• Grey Facebook Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Grey Instagram Icona

 Stradivarie Architetti Associati I Via Cecilia de Rittmeyer 14 Trieste 34134  I p.i.01175480324 I studio@stradivarie.it I t: +39.040.2601675 I 

1/6

centro di riuso

Allestimento del centro di riuso 

Basaldella, 2017

Committente: comune di Campoformido 

Crediti: ing. Fabio Marassi (strutture), EN.AR.Plan. srl (assistenza direzione lavori)

Il centro di riuso di Campoformido è un luogo innovativo, destinato ad accogliere un continuo passaggio di oggetti e materiali. Il progetto prevede la separazione delle principali funzioni di questo luogo ovvero: ricezione, verifica ed esposizione dei beni conferiti, all’interno di tre manufatti a pianta quadrata, caratterizzati da una progressiva smaterializzazione.

Il primo manufatto ospita l’immagazzinamento e l’esposizione dei beni ed è un cubo di 7,30 metri di lato, concepito a pianta libera al fine di garantire un’organizzazione flessibile e dinamica dello spazio espositivo e la cui flessibilità si riflette sugli stessi prospetti che, grazie all’impiego di pannelli perimetrali mobili, risultano completamente apribili. Il secondo manufatto evoca dimensionalmente la prima struttura ma si presenta spogliato delle tamponature e al suo interno trovano spazio le funzioni di controllo del centro e i servizi igienici, ospitati rispettivamente in due container. Infine il terzo manufatto è una piattaforma allestita per accogliere tutti i materiali da riutilizzare che possono essere stoccati all’esterno e sulla cui superficie possono essere effettuate operazioni manutentive.

La superficie ospitante i tre manufatti è realizzata con una pavimentazione in stabilizzato a calce e cemento che si contrappone in maniera molto decisa alla superficie limitrofa, occupata da un manto erboso. Questo, attraverso una complessa composizione morfologica, è progettato per raggiungere quote diverse e delineare in prossimità del filare di gelsi preesistente un fosso, cui corrisponde una trincea drenante al cui interno vengono convogliate le acque piovane. Infine una terza pavimentazione è quella riguardante la strada e il piazzale d’accesso all’area, che vengono realizzati in asfalto, in modo tale da garantire un continuum materico ed estetico con la strada esistente di ingresso all’isola ecologica.